lunedì 1 settembre 2014

Raccolta di agosto: Resistenza


Oggi, anzichè il mio solito riassunto delle fotografie e  lavori realizzati durante il mese trascorso, voglio avviare una nuova sezione, una raccolta di fotografie scattate da me con un soggetto che le unisce e che cambierà ogni mese. Gli scatti da me selezionati verranno proposti sempre il primo giorno del mese e avranno un titolo che cambierà ogni volta. "Resistenza": è' un'insieme di immagini di piante "ostinate", erbacce, che nonostante vengano continuamente estirpate o tagliate rinascono più belle e rigogliose di prima, tra i sassi, sull'asfalto e dove meno te le aspetti. Nessuna pretesa naturalmente, nessuna ambizione o presunzione di mostrarvi delle belle fotografie, conosco i limiti delle mie capacità ma mi sono molto divertita, sia a ricercare, scattare che ad unire le fotografie.










































Felice settembre a tutte voi.



venerdì 29 agosto 2014

Con le mani, con un filo


"Con le mani" è il nome che avrei voluto dare a questo blog pensando di parlare di quante cose si possono costruire con le mani. Non l'ho potuto fare perchè un blog con questo nome c'era già e l'ho così chiamato "Con un filo".
Ieri  ho partecipato ad una delle numerose attività proposte dal Museo delle palafitte di Fiavè, ho seguito un esperto che con le mani lavorava con maestria fili naturali, rami di salice, nocciolo, olivo. Ho pensato che la combinazione dei due nomi, quello lasciato e quello scelto in un secondo momento era lì, ed io ero pronta ad imparare qualcosa di nuovo mai provato prima.

















































Un sole quasi settembrino, caldo ma non fastidioso ha reso ancor più piacevole questo momento di creatività manuale che mi ha subito entusiasmata.




































































Nei movimenti delle mani dell'insegnante c'era tanta esperienza e anche tanto piacere nel vedere rametti trasformati lentamente in un oggetto.






























































































Ero affascinata dal risultato che lentamente con gesti sicuri, riusciva ad ottenere con un filo e con le mani. Mi sono già informata dove recuperare il materiale per tentare di produrne uno con le mie mani.


Attimi di serenità che ho vissuto ieri, che desidero rinnovare e unire a quelli di Laura e delle sue amiche.


mercoledì 27 agosto 2014

Un breve viaggio


Camminando nel verde le tensioni si cancellano, la mente si alleggerisce, la natura è sempre una medicina infallibile. Vedendo nuovi orizzonti, l'umore migliora, tutto acquista una nuova dimensione e ci si sente in pace.

























































































































Qualche click dalla Val Badia, calpestando prati verdissimi, costeggiando antichi masi dove la vita è rimasta con i ritmi di un tempo, attraversando boschi, senza perdere di vista le magnifiche montagne che la circondano.



domenica 24 agosto 2014

Gilet ultimato



... eccolo. E' il gilet che si vede in fase di lavorazione in questo post, dove raccontavo di non sapermi spiegare l'ostinata svogliatezza,  che purtroppo continua a perseverare in me.





























































A righine, stessi colori delle scarpine, due bottoncini sulle spalle per facilitare il passaggio della testolina del bimbo che nascerà ad ottobre. Forse le fotografie ingannano un po' ma è piccolissimo, taglia zero - tre mesi, lavorato con i ferri n° 3,5 e quindi velocissimo da realizzare.








































































































Per la lavorazione del gilet non ho seguito nessun modello, ho fatto pochi calcoli  basandomi sulla mia esperienza. Le spiegazioni delle scarpine verdi con il pom pom blu le potete trovare in lingua francese in una pubblicazione  de La Droguerie "des bébés toute l'année a la droguerie", non più acquistabile perchè esaurita.

In attesa di nuovi stimoli ed entusiasmo per i lavori manuali  che da sempre sono la mia passione, auguro a tutte le mie lettrici una felice domenica.



venerdì 22 agosto 2014

Il sole del Marocco in una tazza


Sei fiori di fico d'India raccolti da Laura e dalla sua famiglia con pazienza e costanza, acqua bollente, lasciare in infusione 10 minuti, dolcificare, ecco pronta una meravigliosa e profumata tisana, ricca di proprietà terapeutiche.



























In una giornata piovosa, e qui lo sono quasi tutte, puoi sorseggiare e godere il sole del Marocco e pensare di essere lì tra i suoi profumi e i suoi colori.
































Io, qualche volta  ci aggiungo qualche piccolo pezzetto di arancia essicata per aumentarne la sensazione di sole e di terre lontane.












































Dopo aver offerto tutte le loro virtù, questi fiori sono ancora di una bellezza straordinaria, nella tazza si può ammirare una nuova fioritura, l'ultimo regalo a chi ha la fortuna di gustarne la tisana.

Veri attimi di serenità, lo stesso rito che Laura compie a migliaia di chilometri da qui. I fiori sono in vendita qui, altre notizie sulla raccolta di questa preziosa meraviglia della natura, qui.



mercoledì 20 agosto 2014

Non me lo so spiegare


Ormai è risaputo che da noi al nord l'estate non s'è vista e che il caldo non c'è stato. Ogni giorno un temporale breve o prolungato l'abbiamo avuto, nessuno ha sofferto per l'afa, nemmeno io. Non ho scuse per giustificare la mia lentezza ad aggiornare il blog. Giorni e giorni senza combinare nulla di buono da poter raccontare. Avevo progettato di realizzare scarpine e gilet per la figlia di mia sorella che attende un bambino ma il completino non è ancora pronto.










































































































Ho terminato solo le scarpine grigie, a quelle verdi manca il pom pom e il gilet è in alto mare. Questo è tutto e mi dispiace. Non so spiegare questa mia svogliatezza e lentezza, non so a chi dare la colpa.

PS.: il tutorial delle scarpine completate lo trovate qui. 



venerdì 15 agosto 2014

I colori dell'estate


E' piovuto tanto è vero, il sole s'è  visto poco, il clima raramente e per fortuna  ha raggiunto i 30°, eppure i colori dell'etate io li ho ugualmete riconosciuti.
























Li ho visti nei girasoli e nelle bacche del Viburno opulus che ho raccolto ai margini del torrente e portato a casa















































... nel corniolo quasi maturo trovato nel bosco che mi ha ricordato il colore del suo fiore, il primo a sbocciare in primavera.























Sotto il vecchio albero di pere ho trovato anche quest'anno una bella quantità di frutti del colore del sole
























e anche i gladioli dell'orto hanno lo stesso colore caldo nonostante il sole si sia presentato raramente.

Attimi di serenità per un abbraccio virtuale con la mia amica Laura najma.