giovedì 17 febbraio 2011

Alchechengi in inverno


L'ho trovato l'altro giorno rastrellando le foglie del mio piccolo prato. L'ho guardato e riguardato, mi è sembrato che anche in inverno l'alchechengi avesse qualcosa da dirmi e da regalarmi.




D'estate rallegra non poco lo spazio verde davanti a casa con il colore arancione delle sue lanternine che si accendono ovunque la piantina trovi un terreno favorevole.
 

























Ma d'inverno.... quando tutto tace e io spero solo che nevichi per nascondere tutto il disordine di foglie e rami secchi? L'alchechengi è lì, nascosto , ad aspettare che tu ti accorga in che meraviglioso pizzo si è trasformato.




















































E deve essere piaciuto molto anche a Egon Schiele per averlo scelto per ingentilire il suo autoritratto. (La foto di "Autoritratto" di Egon Schiele è tratta dall'album di migaphen)

9 commenti:

  1. L'alchechengi è meraviglioso sia quando è del suo colore sgargiante, sia trasformato in un meraviglioso cuore di pizzo.La natura è meravigliosa, non smette mai di stupirmi, e grazie a te mostri quello che con la vita frenetica ci sfugge. Grazie

    RispondiElimina
  2. Arte, natura, emozioni... Tutto in un blog, questo bellissimo blog. Complimenti per le foto, quell'ombra dietro che forma un altro pizzo è proprio splendida, davvero. Alchechengi ancora, ancora, ancora....

    RispondiElimina
  3. Davvero, ma quanto sei diventata brava a fare foto! Sono strepitose. Anch'io ho imparato ad amare l'alchechengi, grazie a te, che molte volte hai provato a portarmi delle piantine con le radici per farle attecchire, però ancora non hanno trovato il loro habitat naturale, nel mio giardino! :-) Sarà per questo che continui poi a regalarmi le lanternine arancioni, ogni autunno. Pensa che dopo averle messe sull'albero di Natale, in questi giorni fanno bella mostra di sè sulla mia credenza. Complimenti!

    RispondiElimina
  4. post culturale oggi! io mica lo conoscevo egon schiele: buona occasione per imparare sempre qualcosa!
    bellissima la foto con le ombre, ma come ti è venuto in mente? lo penso tutti i giorni io che
    "pensionato è bello".

    RispondiElimina
  5. io le lanternine le ho portate con me a torino..le tengo in un cestino a ricordare casa.e appese in cucina. e un'amica mi ha regalato dei semini che dovrebbero far crescere..delle piantine di alchechengi dalle lanterne verdi!ne vuoi qualcuno anche tu?

    RispondiElimina
  6. Lanternine verdi? Si,lo sono tutte quando sono spente, prima di accendersi di arancio. Un bacio.

    RispondiElimina
  7. ma quella non è una Metcalfa pruinosa?
    Bella bella...
    hd

    RispondiElimina
  8. mi mancate, poetesse della natura e dei colori, mie dolci e tenerissime zie-amiche-cugine-mamme.

    RispondiElimina
  9. Fate attenzione ad inserire questa pianta nel vostro giardino. Essendo pianta stolonifera può diventare eccessivamente invasiva e difficile da tenere sotto controllo. Ma è bellissima!!

    RispondiElimina