lunedì 23 maggio 2011

La camicia dell'aglio


Mi sono accorta  che l'aglio che ho raccolto in Liguria e messo in un vasetto con l'acqua, si è improvvisamente tolto la camicia che avvolgeva le sue infiorescenze. I botanici mi hanno precisato che quella che io chiamo camicia è detta più precisamente "spata".


























Tra qualche giorno, una volta eliminata completamente la sua spata, tutti i bocciolini che erano racchiusi diventeranno bellissimi fiorellini rosa.


























Io mi incanto ad osservare queste trasformazioni, le trovo fantastiche e mi danno serenità.


























Per completare la mia tranquillità, ho iniziato un nuovo lavoro a maglia.  Ogni tanto ne aggiungo qualche ferro e poi lo lascio lì sul divano, dove solitamente sto seduta io. Mentre svolgo le altre faccende in casa do spesso  un'occhiata, come per controllare che sia sempre lì ad aspettarmi per i brevi periodi di relax che potrò concedermi poi.

8 commenti:

  1. sembra proprio una nascita...
    ci fai vedere anche la fioritura?

    RispondiElimina
  2. Bellissimo! Le tue foto sono proprio molto belle e tutto sembra più meraviglioso. Ma cosa stai lavorando, adesso?

    RispondiElimina
  3. Hai ragione, la visione della natura da sempre tranquillità. O per lo meno aiuta!

    RispondiElimina
  4. fantastico, l'aglio così non l'avevo mai visto, e fra un po' ce lo farai vedere nel suo splendore?

    RispondiElimina
  5. Ma è bellissimo! Sei un vulcano di idee!
    Dalla foto si intravede anche il divano con il nuovo vestito, l'hai già inaugurato?

    RispondiElimina
  6. Ma quanto è bello "con un filo" (di ferro)?

    RispondiElimina
  7. Cati: la fioritura? si, la farò vedere, stenta un po' però a fiorire, chissà...

    Seurassari: a cosa sto lavorando lo saprai tra qualche pot! :-)))

    aracne: aiuta, aiuta. In questo momento mi ci dovrei sprofondare dentro.

    Marisa: lo sai che un bel mazzo di fiori di aglio li ho visti in vendita ieri da Paghera?

    Baby: il divano vestito di nuovo c'è, manca tutto il resto!

    Eri: bello vero? Non è opera mia però, è un omaggio graditissimo.

    RispondiElimina