/*to fix older images after template width change. Remove when you change template again*/

martedì 5 luglio 2011

Preoccupazione


In questi giorni di grande inquietudine, ansia e incertezza, di telefonate "come sta? e la pressione? il diabete è salito? ha mangiato qualcosa?", cosa si può lavorare se non una stupida presina che tuo marito brucerà in men che non si dica?



























5 commenti:

  1. Qualsiasi cosa fatta a mano, in qualsiasi momento, è un toccasana per il cuore... E se la pattina durerà a lungo farà bella mostra di sè in cucina. A presto

    RispondiElimina
  2. Sappi che c'è una piccola casetta milanese pronta ad accogliere presine maltrattate da padri (e mariti) distratti.

    Un abbraccio, il figlio

    RispondiElimina
  3. Ringrazia il marito, che ti dà modo di rinnovare costantemente il tuo parco presine...così in ogni rovescio puoi intrecciare le preoccupazioni. Voltato il lavoro forse anche loro andranno al dritto.
    Un pensiero

    RispondiElimina
  4. E che tu, anche da giorni così tristi, riesca a fare lavori così belli non lo trovi una specie di miracolo?
    Resisti!

    RispondiElimina
  5. Bè, vuol dire che il marito ti dà una mano in cucina, non è cosa da sottovalutare. La foto è bellissima, con quei fiori che riprendono i colori della presina.
    Dolcissimo, il figlio.

    RispondiElimina