lunedì 12 dicembre 2011

Roma - Un paradiso di tentazioni da sfogliare


Quando le ex colleghe chiamano, Cinciarella risponde quasi subito e accetta l'invito di partire con loro per Roma e partecipare a "Più libri più liberi", fiera della piccola e media editoria.























Un ritorno ai momenti migliori della mia trascorsa professione di bibliotecaria, un confortare la nostalgia di quei viaggi che assieme a loro facevo per frequentare i corsi di aggiornamento alla nostra attività. E ci si divertiva nei momenti di pausa a scambiarci idee e consigli, si rideva ricordando richieste strambe di qualche utente. Si dimenticava la tensione che si viveva a causa del comportamento o dell'arroganza di qualche frequentatore.


Che bello vedere le mie colleghe visitare la fiera, piene di entusiasmo e di energia, saltare da uno stand all'altro cercando contatti e incontri con autori da portare in biblioteca. Che occasione meravigliosa mi sarei persa se non avessi accettato il loro invito, vedere, leggere novità di case editrici conosciute e stupirmi per l'originalità e l' innovazione di quelle sconosciute.


























E' stato bello anche passeggiare con loro per le strade di questa Roma un po' sgarrupata e sciatta, l'immagine esatta dell'Italia in questo difficile momento politico ed economico.
























Mi sono sempre sentita bene con le mie colleghe, perfettamente sintonizzata sulla loro lunghezza d'onda, felice di vivere questa bella esperienza.

























Al rientro dal nostro viaggio, scendendo dal treno, la rilevante differenza di temperatura ci ha riportato immediatamente alla realtà, ognuna di noi è stata assorbita dall'ingranaggio delle responsabilità e incombenze quotidiane. Ma che importa, il giorno precedente, a colazione, davanti al cappuccino e una calda brioche, ci siamo organizzate per il prossimo viaggio.

5 commenti:

  1. Un viaggio ha proprio questa virtù: quella di farti allontanare per un po' dal tram-tram di sempre per godere di buona compagnia e vedere posti diversi, molto diversi. Bentornata...

    RispondiElimina
  2. Ho ancora nella pelle il fascino di Roma...e nessuna fotografia!!! Meno male che c'eri tu nella combriccola. Navigatrice in profondita, Reparto spostamenti in superficie, Direttrice delle operazioni belliche e Centro di documentazione ufficiale: una bella compagnia!
    E' stato un viaggio entusiasmante e sono stata molto bene. Grazie per esser stata dei nostri!

    RispondiElimina
  3. ma già che eri a Roma... qualche bell'uovo marcio sulle teste pensanti di questo paese no?

    RispondiElimina
  4. Roma è sempre meravigliosa!

    RispondiElimina
  5. Io visitai Roma ben 30 anni fa...e la trovai già sgarrupata e sciatta...credo che sia una caratteristica tipica di Roma :-)
    Bel viaggio e bella compagnia!

    RispondiElimina