lunedì 23 luglio 2012

Nel Parco dello Stelvio



Oltre i 2700 metri di altitudine ho visto il Ranunculus glacialis.























Ho goduto della vista del ghiacciaio dei Forni.


























Per tutti i miei compagni d'escursione, il Sempervivum arachnoideum è un fiore comune, per me invece una piacevole sorpresa.


























Questa è la Val Cedec,


























dove ho fotografato l'Erigeron alpinus.


























L'Aster alpinus, la Leontopodium alpinum (stella alpina)



























e la Valeriana supina le ho fotografate salendo verso la Valle dei Vitelli







































dove, per ripararci dal vento abbiamo mangiato in trincea, con  i fiocchi di neve che scendevano allegramente sui nostri panini.


9 commenti:

  1. Guardando le tue foto sembra di aver visto tutti i fiori e le zone che hai fotografato... Bellissimo! Lara

    RispondiElimina
  2. Quando ho letto sempervivum arachnoideum ho avuto un fremito. Ha a che fare con i ragni?...Ciao
    Ale (che ha la fobia dei ragni)

    RispondiElimina
  3. Mi sta uscendo un eczema alle mani: o è invidia o devo usare i guanti quando pulisco casa. (Sai mica se si va all'inferno per l'invidia?).

    RispondiElimina
  4. Lara: forse ti sei ricordata del medesimo viaggio che hai fatto tu solo una settimana prima.
    Ale: il fiore si chiama così perchè nella rosetta basale vi è una peluria simile ad una ragnatela, ma non ci sono ragni. A me piace moltissimo.
    Anonimo: certo che vai all'inferno se sei invidiosa, ma non per queste cosucce.

    RispondiElimina
  5. Abbiamo condiviso queste bellissime escursioni e abbiamo visto dei panorami stupendi e fiori molto rari.

    RispondiElimina
  6. Ahh che meraviglia.. adoro la montagna.. io vado sempre all'Abetone.. e non vedo l'ora di ritornarci per far scorta di mirtilli, lamponi e fragole... poi c'è un'aria che non trovi in nessun'altro posto!!

    RispondiElimina
  7. Thank you for showing this wonderful vews.
    Have a nice day, lieve groet

    RispondiElimina
  8. Che meraviglia!! è sempre un piacere guardare le tue foto
    Anna

    RispondiElimina
  9. Ciao, ti ho ritrovato
    son uno dei Erigeron alpinus che hai fotografato
    mentre eri lì che armeggiavi e mi hai inquadrato
    io e i miei 6 amici abbiam trattenuto il fiato
    mai e poi mai avrem pensato
    di finir su un blog tanto raffinato.
    Certo che ci avresti meglio evidenziato
    con uno sfondo piu sfumato.
    Ma va bè portiam pazienza
    sarà sol mancanza di esperienza.
    Guarda che focale,diaframa e tempo hai usato
    e pensa...pensa... come l'error poteva essere evitato.

    RispondiElimina